COPPIE GAY-BISEX

Coppie gay, difficoltà, prospettive, significato della vita di coppia dei gay
Rispondi
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5661
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

COPPIE GAY-BISEX

Messaggio da progettogayforum » giovedì 19 agosto 2021, 2:10

Caro Project,
chiamami Carlo, sono un (giovanile?) over 50, la benedetta mezza età né carne né pesce. Sono reduce da una lunga convivenza, durata 11 anni, e finita perché il mio ex ha incontrato, pensa un po’, la donna della sua vita. Che gli vuoi dire? Ha capito che stare con me è stato un errore e che non era quello che voleva, ma siamo arrivati a convivere perché lo ha voluto lui, perché io a 40 anni non lo avrei mai fatto, non per lui ma per non espormi, e poi alla fine comunque abbiamo convissuto, abbiamo traumatizzato le nostre famiglie, forse più la sua che la mia, ma mio padre è andato proprio in depressione, un figlio unico, realizzato nel lavoro, che non si sposa e che poi a 40 anni ti dice che è gay e che convive con un altro gay! E fosse stato veramente un altro gay! Ma nemmeno quello! Un figlio gay che a 52 anni viene affettuosamente congedato dal suo ex che si è innamorato di una donna. Ho riletto le cose che scrivevo 13 anni fa, quando ci siamo conosciuti, lui per me era come il sole, scrivevo delle cose così liriche ma così stupide che mi chiedo come potessi non vedere cose che in effetti c’erano anche allora. Io non sono mai rimasto incantato da una donna, ho delle amiche alle quali voglio bene, ma è diverso, lui certe volte, anche se diceva di essere gay, le donne le corteggiava e nemmeno se ne rendeva conto, io avrei potuto rendermene conto, ma allora avevo proprio gli occhi foderati di prosciutto. Ci sono rimasto di stucco, per non dire peggio, ma il fatto che possa innamorarsi di una donna lo posso anche capire, quello che non sopporto è l’astio il risentimento, quasi come se io lo avessi sedotto, abbindolato, raggirato, cose che prima non aveva mai pensato e sono probabilmente valutazioni della sua nuova fiamma che nei suoi confronti ha assunto l’atteggiamento tipo: ”Io ti salverò!” Sei bisex, ok, va bene, forse sei un etero confuso che è stato confuso fino a 50 anni, anche questo, al limite, lo posso capire, ma perché sputare sopra tutto quello che abbiamo vissuto insieme? Ho riletto le mail che mi mandava 13 anni fa, le ha scritte lui, non le ho scritte io, come può dire che gli ho impedito di vivere la sua vita? Adesso io provo un’amarezza profonda e mi chiedo come ho fatto a buttare via tanti anni della vita per uno che mi considera uno che lo ha plagiato, ma non eravamo ragazzini ingenui, avevamo quasi 40 anni. Purtroppo non possiamo semplicemente finirla qui perché abbiamo una casa in comune, quella dove abbiamo vissuto per 11 anni, e l’abbiamo pagata in comune, se gli facessi la proposta di comprare io anche la sua parte, lui penserebbe che voglio speculare su questa cosa e allora gli proporrò di vendere la casa e di dividere semplicemente il ricavato. Per un verso mi dispiace allontanarmi da quella casa, ma forse è meglio andare a vivere da qualche altra parte per ricominciare da zero una nuova vita da single. Io non lo odio ma non lo capisco. Come fa ad accusarmi di avergli tolto il piacere di una famiglia “vera”? Evidentemente il nostro volerci bene non era un legame familiare ma solo un modo di approfittare della sua ingenuità, perché adesso, cioè dopo tanti anni di convivenza, lui la vede così. Devo smettere di pensare a lui e ricominciare a pensare a me, non a cercarmi un altro compagno, perché da queste cose sono stato profondamente deluso e voglio stare solo, devo pensare alla mia salute, a rimettermi fisicamente in forma e magari anche a riprendere un minimo di rapporto con i miei vecchi che adesso cominciamo ad essere veramente vecchi, poi ci sono i miei amici, che erano i nostri amici e quando hanno saputo quasi non ci credevano. Project, sono un frustrato e niente altro, lui probabilmente era veramente un etero confuso, ma finché lui non ha incontrato la sua compagna, noi siamo stati benissimo insieme. Non credo di aver preso lucciole per lanterne! Capisco i bisex, capisco gli etero confusi, capisco tutto ma non ne voglio più sapere, non mi sarei mai aspettato dai lui una forma astio di questo genere. Perché non se ne è andato prima? Nessuno lo ha trattenuto. Comunque basta col bla bla senza senso! Se ti va, metti questa mail nella sezione coppie gay, anche se evidentemente non siamo stati una coppia gay.

Lao
Messaggi: 124
Iscritto il: domenica 19 luglio 2015, 20:41

Re: COPPIE GAY-BISEX

Messaggio da Lao » giovedì 19 agosto 2021, 9:12

Tutta la mia solidarietà a quest'uomo per quello che sta vivendo. In base al suo racconto l'ex-compagno, a prescindere dalle etichette (parlano i fatti), non mi sembra affatto limpido e ben radicato in se stesso. Per questo motivo sarà difficile che il recente voltagabbana gli dia quiete. Mancano le basi. Inoltre, meglio allontanarsi da un uomo di questo genere. All'inizio fa male perché si è profondamente invischiati nella situazione, ma è necessario. Se l'altro non è ricettivo, consiglio di evitare discussioni che potrebbero fomentare le accuse e il risentimento reciproci. Eventualmente si risponde alle accuse con calma e razionalità restituendo all'altro ciò che ingiustamente ci ha affibbiato e, se non ascolta, pace. Poi è imperativo chiudere.
Auguro all'autore della mail di ritrovare la serenità e l'equilibrio. Dovrà fare un lavoro su di sé e col senno di poi si renderà probabilmente conto che anche questa lunga parentesi della sua vita, compreso l'epilogo, gli avrà consentito di varcare una soglia altrimenti inaccessibile.

Rispondi